GUIDA SMART

Guida per l’insegnante con progettazione mensile, proposte e materiali fotocopiabili, compiti autentici; schede fotocopiabili per l’alunno (schede di esercizio, consolidamento e recupero, potenziamento) con prove di ingresso e di verifica; quaderno per l’alunno.

 

Guida smart è uno strumento flessibile al servizio della progettazione didattica. I materiali e gli
approfondimenti forniti hanno lo scopo di favorire nell’alunno l’acquisizione di conoscenze e
abilità in una logica totalmente inclusiva, capace di sostenere tutti e ciascuno nell’apprendimento
e nell’acquisizione delle competenze.

Composizione strutturale rivolta all’insegnante

  • Un VOLUME riguardante METODOLOGIA E MATERIALI PER L’INSEGNANTE
  • Un VOLUME interamente fotocopiabile

                    Un QUADERNO acquistabile anche da parte degli alunni

 

Per i materiali digitali della Guida SMART Clicca Qui

(Solo dopo la registrazione è possibile vedere i contenuti)

COSTRUIRE E CERTIFICARE

COMPETENZE PER IL CURRICOLO VERTICALE NEL PRIMO CICLO

La didattica per competenze è un orientamento didattico che risponde all’esigenza di formare cittadini responsabili e lavoratori competenti, chiamati a realizzare un’autoformazione continua. Insegnare per competenze significa proporre contenuti non da ripetere, ma da usare. La competenza si manifesta infatti quando un soggetto mobilita, attiva, integra, coordina, orchestra un complesso di elementi per affrontare e risolvere situazioni di vita reali ed è per questo che è compito precipuo del sistema educativo di istruzione e oggetto delle certificazioni fondamentali dei risultati.

Questo fascicolo offre contributi teorici ma soprattutto pratici, collaudati sul campo dai numerosi insegnanti che hanno sperimentato i modelli didattici e valutativi sia per il primo sia per il secondo ciclo. Partendo da un inquadramento teorico-legislativo della competenza, vengono proposte guide operative:

  • per definire indicatori osservabili per le competenze oggetto di formazione;
  • per costruire curricoli verticali per il primo ciclo e percorsi formativi secondo i quattro assi culturali per il secondo ciclo;
  • per progettare una formazione che parta dai traguardi delle Indicazioni nazionali ma insista su una pluralità di processi cognitivi, attività didattiche e di valutazione formativa, prove di valutazione e di certificazione della competenza;
  • per definire i livelli di competenza da inserire nelle schede finali di certificazione.

La lettura è agevolata da una pluralità di esempi di situazioni-problema connesse ai traguardi e da guide e protocolli di immediata applicazione per una didattica attiva, efficace, coinvolgente.

 

COMPITI DI REALTA' "Guida"

 

• UN AIUTO IN PIù PER GLI INSEGNANTI: Un utile strumento con cui mettere alla prova gli studenti in “situazioni di realtà”: una guida ricca di “compiti” da eseguire individualmente e in gruppo, in cui tutte le conoscenze e le abilità dovranno “produrre” competenze.

 

• UN’OPPORTUNITà PER GLI STUDENTI: L’alunno, oggi, viene sempre più visto come il protagonista del proprio processo di apprendimento e le discipline, pertanto, vanno considerate come un ricco bagaglio di cui servirsi non solo per crescere ma anche per adattarsi ai vari contesti di vita, sempre più diversificati e “complessi”. ecco, dunque, una serie di compiti per lavorare in gruppo, per collaborare, pensare e ideare originali soluzioni con cui risolvere situazioni problematiche in modo autonomo.

 

• UN CONTESTO DI APPRENDIMENTO STIMOLANTE E “REALE”: i compiti di realtà offronto l’opportunità agli studenti di “calarsi” in situazioni reali in cui sono stimolati ad usare le conoscenze e le abilità acquisite e a verificare le proprie competenze “sul campo”: quale contesto migliore per essere valutati e “autovalutarsi” nelle singole discipline? Perché? Il “nuovo modello di certificazione, imperniato sulle competenze trasversali [...] implica una profonda revisione della didattica (ad esempio, centrata su problemi o su compiti di realtà e comunque su un allievo attivo in situazioni diverse dalla lezione/verifica) per cui la scuola non sembra ancora preparata”. Il concetto di competenza richiama delle metodologie didattiche attive e laboratoriali, che hanno come fine quello di migliorare l’apprendimento, poiché “quando gli alunni sono chiamati a risolvere situazioni problematiche complesse e inedite (compiti di realtà, prove autentiche, prove esperte, ecc.) mettono in atto processi personali di costruzione di conoscenze che rendono più efficaci e significativi gli apprendimenti acquisiti” (Circolare ministeriale n. 3/2015).

 

 *Per tutte le classi

CODING

Pensiero computazionale nella scuola Primaria

 

Questa nuova guida per le classi 3°- 4 °- 5° rappresenta un'assoluta novità nel panorama editoriale italiano poichè integra i percorsi disciplinari curricolari,con le attività di coding e di sviluppo del pensiero computazionale.
Un agile strumento per l'insegnante desideroso di innovare la didattica senza rivoluzionare il proprio modo di essere e di lavorare.
Prezzo : 14.50

VALUTARE E CERTIFICARE NELLA SCUOLA

 

Il volume suggerisce come introdurre l'approccio per competenze indicando principi e itinerari didattici da seguire prima nell'insegnamento disciplinare, poi nella ricerca della trasversalità e continuità. Con un esempio di unità di apprendimento che veicola alcune delle innovazioni proposte.

 

Indice del volume

Capitolo I: Rivisitare lo statuto epistemologico delle discipline

Capitolo II: Trasversalità e continuità dell'azione didattica

Capitolo III: L'ambiente di apprendimento

Appendice: Unità di apprendimento su competenze e processi cognitivi

 

 Autore :  Carlo Petracca

 Della stessa collana:

Il piacere di apprendere

 

Come si può insegnare a chi non ha voglia di apprendere?

Come si fa a infondere il gusto di imparare?

La trasmissione del sapere è fragile,spesso aleatoria, e l'apprendimento è talvolta ingrato e pieno di trappole.Bisogna far accedere alunni e studenti alla gioia del comprendere,la gioia essenziale di tutta l'educazione.
Philipe Meirieu ha invitato dodici personalità appassionate come lui,con l'obiettivo di difendere il valore a cui tiene di più : Il piacere di apprendere.
 

Costruire l'ambiente di apprendimento

 

Il tema degli ambienti di apprendimento è fra i più interessanti nel dibattito attuale.

Sia la ricerca internazionale sia la normativa italiana dell'ultimo quinquennio considerano rilevante quanto accade all'interno delle classi e delle scuole. Anzi, l'idea stessa degli ambienti di apprendimento, il cui motore è rappresentato dalla didattica laboratoriale e cooperativa che interagisce anche con il territorio e le comunità circostanti, intende sviluppare sia l'apprendere in modo profondo sia i talenti e le intelligenze in grado di sostenere ogni persona nel corso della vita.

Il volume presenta - nelle prime due parti - un ampio ventaglio dei risultati della ricerca pedagogica sui «contesti capacitanti» e una descrizione chiara e rigorosa dei metodi più efficaci per costruire ambienti di apprendimento attivi: dal cooperative learning al problem based learning, dal service learning al differenziare per apprendere.

Il testo propone, inoltre, nell'ultima parte, una serie di unità di apprendimento, sperimentate direttamente nelle scuole, che mettono in pratica le strutture cooperative descritte, con spunti operativi e suggerimenti per gli insegnanti.

TRAGUARDO COMPETENZE

GUIDA DIDATTICA

Le Indicazioni per il curricolo sono un documento importante, un quadro di riferimento nazionale unitario, al quale ispirare l’elaborazione del curricolo di scuola, nella garanzia del diritto a un’istruzione di qualità per tutti i ragazzi e le ragazze, su tutto il territorio nazionale.

Partendo dal presupposto che “oggi l’apprendimento scolastico è solo una delle tante esperienze di formazione che i bambini e gli adolescenti vivono e per acquisire competenze specifiche spesso non vi è bisogno dei contesti scolastici”, la scuola deve cercare di far sì che gli apprendimenti non siano frammentari e di dare un senso logico alla molteplicità degli stimoli interni ed esterni.

Le conoscenze devono partire dalle esperienze dei bambini per diventare competenze. Nella definizione delle strategie didattiche la scuola deve tener conto che fornisce la chiave per apprendere, per costruire e per trasformare le mappe dei saperi rendendole continuamente coerenti con la rapida e spesso imprevedibile evoluzione delle conoscenze e dei loro oggetti.

 

In allegato un CD con canzoni grammaticali e basi musicali.

 

NAVIGAZIONI "Guida Didattica"

Nuova collana di guide per gli insegnanti di JUVENILIA SCUOLA.

 

Progettata e creata dalle autrici di MAPPE,le famose guide che hanno accompagnato il lavoro didattico di tantissimi insegnanti.

La guida propone contenuti completamente rinnovati,organizzati in percorsi completi,graduali e progressivi,arricchiti da puntuali suggerimenti didattici.

 

 

 UN VALIDISSIMO AIUTO PER GLI INSEGNANTI PER LAVORARE CON TUTTI GLI ALUNNI,ANCHE QUELLI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI.

 

Centinaia di schede con migliaia di esercizi e verifiche a livelli.

Percorsi attentamente graduati : da attività molto semplici,fruibili anche dai bambini con BES,a esercizi più complessi e di approfondimento,per sviluppare l'eccellenza.

 

- Programmazione accurata dei traguardi e delle competenze.

 

- progettazione per il curricolo e per il piano didattico personalizzato.

 

- strategie di metodo per la didattica laboratoriale,per il lavoro di gruppo e per l'inclusione.

 

- materiale per la preparazione alle prove invalsi.

 

... tanto altro !

 

IN Allegato il CD ROM + LIBRO WEB con tantissimi materiali aggiuntivi pronti all'uso,cartacei e digitali,personalizzabili e modificabili,da usare anche con la LIM!

 

PROGETTO COMPETENZE

Lisciani scuola

 

Questa nuova Guida didattica  è uno strumento unico e indispensabile per la didattica quotidiana.

Strutturata in tre sezioni principali (Italiano, Matematica e Scienze e Storia, Geografia, Cittadinanza e Costituzione), l'opera propone un percorso didattico organico e completo per ognuna delle discipline curricolari.                   

                     Oltre alle proposte di attività didattiche da svolgere in classe e alle numerose schede di lavoro destinate all'utilizzazione diretta da parte degli alunni, ciascun volume è corredato da schemi per la programmazione e schede di verifica poste al termine di ogni Obiettivo specifico.

 

LA NUOVA GUIDA FABBRI

            In collaborazione con Erickson

 

 

 

 

 LA NUOVA GUIDA FABBRI

VERSIONE AGGIORNATA 2019

 

Per richiedere la versione digitale della guida

Clicca Qui

LE DISCIPLINE DI UNICA

Le Discipline di UNICA sono un nuovo strumento didattico che offre agli insegnanti di tutte le classi della scuola primaria indicazioni rogrammatiche e materiali didattici strutturati per tutte le discipline previste dalle recenti Indicazioni ministeriali.
 
- Impianto programmatico-progettuale chiaro e lineare;
- Impostazione metodologico-didattica moderna e stimolante;
- Impianto operativo e contenutistico ricco e completo.

 

• Quattro tomi per ogni anno scolastico:
- Italiano;
- Matematica;
- Storia e geografia;
- Scienze, musica, arte e immagine, educazione fisica, tecnologia, cittadinanza e Costituzione.
• Impianto programmatico-curricolare dettagliato e unitario per ogni classe, a cui corrispondono proposte operative e metodologicodidattiche.
• Sezione antologica nel tomo di italiano per ogni bimestre con proposte di racconti, poesie e filastrocche che l’insegnante potrà utilizzare come punto di partenza per il lavoro didattico sulle schede operative.
 
                                                     Per lo studente
• Schede operative aiutano l’alunno a consolidare conoscenze, abilità e competenze verso la conquista delle chiavi interpretative del sapere letterario, scientifico, storico, geografico ecc.
• Schede ricche e varie, che coprono tutto il programma curricolare previsto dalle recenti Indicazioni ministeriali, diviso per bimestri.
• Tutte le schede operative sono fotocopiabili.